tradizioni popolari

index STORIA tradizioni popolari Gessani nel mondo NOTIZIE

Mercoledì Santo
Festa Madonna
briganti
Le canzoni
Carnevale morte
La contradanza
Li bongiurne

SANT’ANTONIO ABATE 2000

 PRESENTATORE

Sono trascorsi venticinque anni  da quando abbiamo portato per le case del nostro paese e delle nostre contrade questo Sant’Antonio Abate.

Lo riproponiamo a voi; nella sua versione originale immutata nelle parole e nei personaggi e con gli stessi protagonisti.

Non e’ una trovata originale per rimettere indietro l’orologio del tempo.

Soltanto un modo per confermare la nostra amicizia ed i sentimenti buoni di questa

rappresentazione.

Naturalmente gli angeli, per tradizione bambini non sono gli stessi di allora.

 

CORO

Eccoci questa sera qui riuniti

Un mendicante ci verrà incontro

Noi sparsi sulla strada del peccato

Lui solo ed innocente in questo mondo

 
SANT’ANTONIO

La buona sera a tutti o brava gente

Io sconosciuto vengo tra di voi

E nel mio cuore porto la speranza

Di ritrovare insieme pace ed amore

Duro e lungo è questo mio sentiero

Saper ad ogni bene rinunciare

E mi rivolgo a voi o miei fratelli

Venite tutti non mi abbandonate

 

CORO

Tu parli d’amore e non sai

Chi siamo in fondo noi

Aspetta ancora e vedrai

L’essenza vera dell’uomo

 

CONTADINO

Non so chi sei né da dove vieni

Io non capisco queste tue parole

Conosco il sudor della mia fronte

E’ triste lavorare sulla terra

Lavoro dal mattino fino a sera

Nessuno mi aiuta e non so aiutare

Ognuno pensa solo a se stesso

Come fai d’amore tu a parlare?

 
CORO

Tu parli d’amore e non sai

Chi siamo in fondo noi

Aspetta ancora e vedrai

L’essenza vera dell’uomo

 

OPERAIO

Tu mi conosci e vedi il mio vestito

E’ duro lavorare nel cantiere

Soffrire in silenzio per ore ed ore

Senza poter cambiare questa mia vita

La mia famiglia a casa sempre aspetta

La povertà sai porta anche il dolore

Ma questo non lo sa il mio padrone

A lui del suo prossimo non importa

 

CORO

Tu parli d’amore e non sai

Chi siamo in fondo noi

Aspetta ancora e vedrai

L’essenza vera dell’uomo

 

POLITICO

Amici miei perché vi lamentate

D’essere un vostro amico per me e’ un onore

Siete da me in alto rappresentati

Difesi con zelo e con ardore

Perciò vi dico non vi abbattete

Ai problemi penseremo noi

Con un voto vedrete sarà risolta

Ogni vostra difficile situazione

 

SANT’ANTONIO

Oh quante dolci promesse

Oh quante belle parole

Da te io vorrei una risposta

“Perché non scendi in mezzo a loro”

Conosco la strada la strada del bene

Le ingiustizie frutto del male

Non lasciatevi però trasportare

“Seguitemi insieme lottare sapremo”

 

CORO

Tu parli d’amore e non sai

Chi siamo in fondo noi

Aspetta ancora e vedrai

L’essenza vera dell’uomo

 

BENPENSANTE

Una luce la tramontana

Hanno portato me uomo chissà

In questa casa sperduta e lontana

Dove si parla di carità

Non parlatemi di neve bianca

Non parlar di purezza del sole

Io son solo un peccatore

Che parlare d’amore non sa’

La mia strada che porta lontano

Non ha il sapore di umiltà

Egoismo denaro e superbia

Sono la mia felicità

Oh mio Antonio la tua missione

Non sarà che una dolce illusione

Le parole durano un momento

Poi si dissolvono nel vento

 

SANT’ANTONIO

Oh uomo non andar via

Voglio parlarti un po’ di dio

L’egoismo e la tua ricchezza

Non nascondono la tua tristezza

Gli alberi sono fioriti

Ed i campi sono in fiore

Prova a toglierti il vestito

E quel peso che hai addosso

Se tu cerchi libertà

Se ti senti abbandonato

Segui pure la mia strada

Che si chiama povertà

 

CORO

Se tu cerchi libertà

Se ti senti abbandonato

Segui pure la mia strada

Che si chiama povertà

 

ORFANELLA

Non so chi sei buon sconosciuto

Vedo hai freddo ed io ti aiuto

Nei tuoi occhi c’è bontà

Perciò ti chiedo carità

Vivo qui abbandonata

Senza mamma e senza casa

Sono triste e piango sola

Cerco chi mi dà amor

Il mio canto non ha tempo

Ed è triste come il vento

Ti saluto come un santo

A te do la mia speranza

 

SANT’ANTONIO

Alzati oh mondanella

Tu sei più pura di una stella

La tua umile volontà

Sant’Antonio esaudirà

Vieni qui non andar via

Quello che cerchi ecco che arriva

 

CAVALIERE

Una strada coperta di neve

Il vento che soffia e che va’

Accompagnano un cavaliere

Che il tuo cuor riscaldare saprà

Ho lasciato il mio mondo una sera

Son partito senza un perché

Il cielo la luna e le stelle

Mi hanno teso la mano

Mi hanno portato da te

I tuoi occhi la tua dolcezza

Sanno solo di semplicità

Il tuo sguardo e la tua tenerezza

Danno al cuore la felicità

 

CORO

Vieni cammina pina piano

Con me ti porterò

Una casa ed un tetto lontano

Basterà per il nostro amor

 

SATANA

Oh gente sparsa sulla strada oscura

La voce mia si perde nel silenzio

Di ritornare è giunta ormai l’ora

Nella mia dimora senza tempo

 

SANT’ANTONIO

E tu chi sei?

 

SATANA

Non sai chi sono?

Il mio regno è quello dell’ umana coscienza.

 

SANT’ANTONIO

Perché vieni tra di noi

 

SATANA

Vengo a riprendere chi mi appartiene

 

SANT’ANTONIO

Questi sono miei fratelli

Con me sono e me seguiranno

 

SATANA

L’albero fragile rimane senza frutto

E sempre piega le sue fronde al vento

Così anche questo mio dolce canto

Seduce e raccoglie su questa terra incolta

Oh gente sparsa sulla strada oscura

La voce mia si perde nel silenzio

Di ritornare è giunta ormai l’ora

Nella mia dimora senza tempo

 

SANT’ANTONIO

Fermatevi non andate via

Non seguitelo tornate indietro

Fermatevi fermatevi

 

ANGELI

Uomo solo guarda avanti

Noi vegliamo il tuo cammino

Non perdere mai la speranza

Ascolta chi ti si avvicina

 

PADRE DI FAMIGLIA

Amico mio perché sei tanto triste

Questo è quel mondo che tu vuoi tanto amare

E c’è chi ama il bene perciò soffre

E c’è chi intorno a se non sa’ guardare

 

PARLATO:

Anch’io avevo un altro figlio

Ma un triste giorno lasciò la mia casa e la retta via

Ed ora pur sapendo di averlo perso

Ogni sera aspetto il suo ritorno

 

CANTATO:

Perciò ti dico non ti devi arrendere

In questo mondo bisogna saper lottare

 

FIGLIO

Tu che sei buono

Perché non mi insegni ad amare

Ci sono molti bambini della mia stessa età

Ti prego prendimi per mano

E vedrai che la vita cambierà

 

EREMITI

 

DANTE

Finisce qui il nostro contributo a questa tradizione

 

NICOLA

Un’esperienza iniziata tanti anni fa quando noi allora ragazzi nelle gelide sere di Gennaio bussavamo alle porte di case vicine e lontane:

C’è permesse a li sant’antunije?”

 

DANTE

Aprivano tutti, tutti contenti, tutti curiosi, desiderosi di vedere il nostro piccolo spettacolo, i nostri vestiti rimediati, le note festose dell’organetto, il frastuono dei campanacci dei diavoli, il lamento del romito col suo pesante sacco di grano le voci stonate del coro, eravamo allora come adesso degli attori improvvisati, una recita breve e poi via verso altri luoghi.

Ma a te Nicola, che cosa rimane di sant’Antonio abate?

 

NICOLA

Mi rimane la certezza di aver raccolta e mantenuta viva una bella tradizione,  le tradizioni sono le radici, l’anima di un popolo, di una comunità di un paese; non vanno disperse.  E poi porto con me un piccolo sogno, il sogno che altri, loro, gli angeli di oggi,  i ragazzi, continueranno domani con lo stesso entusiasmo.

E a te Dante che cosa rimane?

 

DANTE

Rimangono i ricordi, i ricordi della nostra infanzia, dei suoni, delle canzoni,  dei giorni felici. E poi questa musica, consueta, fascinosa, e queste parole,  ascolta, ritornano, ascolta …. . 

 

FINALE

Bona sera signora padrona

È finita l’urazione

È finite sone e cante

Bona sera a tutte quante

 

Personaggi ed interpreti

PRESENTATORE: 

Pellicciotta Giustino

SANT’ANTONIO :    

Turchi Nicola

CONTADINO :        

Scamuffa Andrea

OPERAIO :             

Scamuffa Camillo

POLITICO:               

De Gregorio Galliano

BENPENSANTE :    

Scamuffa Domenico

ORFANELLA :       

Lannutti Angela

CAVALIERE :          

De Gregorio Giuseppe

SATANA :               

Troilo Dante

ANGELI :                

Turchi Feliciano - De Gregorio Emanuele

PADRE DI FAMIGLIA:

Lannutti Raffaele

FIGLIO :                    

Melchiorre Valerio  

DIAVOLI :                  

Di Paolo Felice  -  Lannutti Tommaso 

EREMITI :               

Turchi Domenico - Troilo Nicola 
MUSICISTI :            Tiberini Antonio - Troilo Albino - Turchi Davide  -  Turchi Angelo - De Gregorio Camillo

CORO :

Mattoscio Vinicio, Mattoscio Guido, Manzi Roberto, Melchiorre Domenico,Troilo Isidoro , Lannutti   Donato,       De Gregorio Antonio,  Bozzi Antonietta, Tiberini Irene,        De Gregorio Marta, Scamuffa Masina, De Gregorio Carmelita, Turchi Pierluigi,  Lannutti  Mariangela, De Gregorio Giuseppe, De Gregorio Rosalinda